3 September 2012 8:09 AM, PDT | ScreenWeek.it | See recent ScreenWeek.it news »

E’ da sempre una presenza impalpabile, quasi un fantasma, quella di Terrence Malick, ma il suo non esserci o nascondersi ha creato un mito che il suo cinema non ha fatto altro che ampliare. Così, averlo alla 69^ Mostra del Cinema di Venezia con To the Wonder, suo 2° film in 2 anni (lui, che tra il 2° e il 3° film ne ha lasciati passare 20), ha a che fare allo stesso tempo con un rito sacrale che di conseguenza lascia spazio anche alla reazione iconoclasta di coloro che a fine film hanno fischiato, come anche per il capolavoro The Tree of Life che l’anno scorso vinse la Palma d’oro a Cannes.

Stavolta la storia e i temi virano all’intimità: protagonista infatti è una coppia che dalla Francia si trasferisce in America per assecondare il lavoro di lui. Ma li la donna si sente sola e distante dal compagno, decidendo di andarsene »

- emanuele.r

Report a problem



Similar News Items

Terrence Malick
The Tree of Life (2011)
To the Wonder (2012)


IMDb.com, Inc. takes no responsibility for the content or accuracy of the above news articles, Tweets, or blog posts. This content is published for the entertainment of our users only. The news articles, Tweets, and blog posts do not represent IMDb's opinions nor can we guarantee that the reporting therein is completely factual. Please visit the source responsible for the item in question to report any concerns you may have regarding content or accuracy.

See our NewsDesk partners