16 February 2012 12:41 PM, PST | BadTaste.it | See recent BadTaste.it news »

Ridimensionato nelle ambizioni e nell'umorismo rispetto al suo solito, ma forse più cinico che mai, il nuovo film di Alex de la Iglesia parla di lamine di ferro conficcate nel cranio...

Ci sono due Alex de la Iglesia, uno che pensa in grande e realizza affreschi ambiziosi ed epici (ultimo dei quali La ballata dell'odio e dell'amore) e uno che pensa in piccolo e fa film su piccoli fatti. In entrambi i casi la sua prospettiva è sempre la stessa: l'inferno sono gli altri, la vita del singolo è distrutta dalle continue ingerenze della massa.

In La chispa de la vida la massa sono i media ("La gente ha la televisione che si merita" viene detto ad un certo punto) che arrivano di corsa a riprendere il caso del protagonista, caduto da un'impalcatura di un museo appena finito di costruire, dritto su una grata di ferro, nella quale uno dei »

- Gabriele Niola

Report a problem



Similar News Items

Álex de la Iglesia (I)
As Luck Would Have It (2011)
Jorge Guerricaechevarría


IMDb.com, Inc. takes no responsibility for the content or accuracy of the above news articles, Tweets, or blog posts. This content is published for the entertainment of our users only. The news articles, Tweets, and blog posts do not represent IMDb's opinions nor can we guarantee that the reporting therein is completely factual. Please visit the source responsible for the item in question to report any concerns you may have regarding content or accuracy.

See our NewsDesk partners