20 February 2010 10:38 AM, PST | Movieplayer.it | See recent Movieplayer.it news »

Michael Winterbottom decide con coraggio di attenersi a una trasposizione cinematografica il più fedele possibile all'oscuro romanzo di Jim Thompson, non rinunciando a una rappresentazione diretta e cruda della brutale violenza del protagonista. Ma, forse proprio perché troppo preoccupato di rispettare alla lettera l'opera originale, il regista non riesce a restituire tutta l'ambigua complessità psichica del personaggio di Lou Ford. Jim Thompson è uno degli autori di romanzi più profondamente e intrinsecamente cinematografici dell'epoca contemporanea. Non è un caso che fosse uno degli scrittori preferiti di Stanley Kubrick, assieme al quale collaborò alla stesura delle sceneggiature di Rapina a mano armata e Orizzonti di gloria, e che le sue opere di narrativa abbiano spesso dato origine a trasposizioni cinematografiche, tra cui la più celebre è senz'altro Getaway! di Sam Peckinpah. Naturale, dunque, che anche il romanzo oggi ritenuto il suo capolavoro (anche se all'epoca fu sonoramente criticato e frainteso), vale »

Report a problem



Similar News Items

Stanley Kubrick
Michael Winterbottom
Sam Peckinpah


IMDb.com, Inc. takes no responsibility for the content or accuracy of the above news articles, Tweets, or blog posts. This content is published for the entertainment of our users only. The news articles, Tweets, and blog posts do not represent IMDb's opinions nor can we guarantee that the reporting therein is completely factual. Please visit the source responsible for the item in question to report any concerns you may have regarding content or accuracy.

See our NewsDesk partners